Descrizione Progetto

- scroll down for english version -
Della Marina - Zucchi, A Place to Play, live sound installation at Spazioersetti, 2015

LUOGO E ORARI

Galleria Spazioersetti
V.le Volontari della Libertà 43
4 – 12 giugno
aperto dal mercoledì alla domenica
dalle 19 alle 21.30

Inaugurazione
sabato 4 giugno ore 19

Antonio Della Marina
Alessandra Zucchi

The Dream
Installazione di suono e luce (2011 – 2016)

Un’opera d’arte che è un luogo da visitare. Si entra senza scarpe in una stanza arredata con moquette, sedute e materiali morbidi completamente bianchi. Le pareti e il soffitto sono schermi su cui vengono proiettate forme architettoniche astratte, una composizione sonora avvolge il visitatore.
Immagini e suoni lentamente si modificano formando un flusso in continua e graduale trasformazione senza mai ripetersi. Le geometrie colorate delle proiezioni modificano la percezione dello spazio mentre i suoni si addensano in maniera diversa nei vari punti della stanza. Stando distesi ed immobili si può lasciarsi ipnotizzare dal flusso sonoro e contemplare le architetture illusioniste delle immagini. Camminando e muovendosi si può sperimentare come suono e movimento siano così intimamente legati da diventare tutt’uno.
L’accesso alla sala è libero, non vi è un inizio e non vi è una fine, ci si può fermare per il tempo desiderato.
Dichiaratamente ispirata alle Dream House di La Monte Young e Marian Zazeela ma arricchito dalle suggestioni di autori come James Turrell, Dan Flavin, Verner Panton, e molti altri, Spazioersetti è un luogo ove entrare per “mettersi in ascolto” e vivere l’esperienza di un viaggio dentro al suono in un ambiente totale.

Antonio Della Marina Antonio Della Marina è un artista e compositore di musica elettronica che da molti anni lavora utilizzando quasi esclusivamente onde sinusoidali. Influenzato dalle avanguardie minimaliste degli anni 60 e 70 ed in particolare dall’incontro col padre del minimalismo radicale La Monte Young, concentra la sua ricerca sull’esplorazione delle proprietà fisiche del suono e sui sistemi di accordatura derivati dalle leggi degli armonici naturali. Le sue composizioni sono vere e proprie sculture di suono per la cui realizzazione usa astrazioni matematiche e generatori da lui appositamente costruiti. I suoi lavori sono stati selezionati ed esposti in gallerie d’arte e festival internazionali tra cui la Prague Quadriennal (CZ), Experimental Intermedia (US), Logos Foundation (BE), Fundaciò Phonos (ES), Electro Media Works (GR). In Italia significative le presenze ad angelica festival, Piombino eXperimenta, All Frontiers Musiche d’Arte Contemporanee, Die Schachtel, Fondazione Giorgio Cini di Venezia. Ha pubblicato per le etichette discografiche I Dischi di Angelica, Leo Records, Ozky e-sound e per la casa editrice Meltemi.

antoniodellamarina.com
fades.net

Architetto e artista multimediale, Alessandra Zucchi si è laureata con lode all’Università IUAV di Venezia con una tesi che associava il progetto di un edificio termale a uno studio del corpo nello spazio. I suoi lavori sono centrati principalmente sulla relazione tra lo spazio architettonico e la percezione sensoriale. Si avvale per la sperimentazione di materiali inconsueti in abbinamento a combinazioni di suoni, luci, colori. Da molti anni conduce una ricerca sugli ambienti dello stare e del rilassamento e sui fattori che ne possono cambiare temporaneamente la percezione e il rapporto con chi li abita. Utilizza immagini da lei raccolte e rese astratte per dar vita ad ambienti scenici totali. Le immagini proiettate si adattano ai supporti tridimensionali che incontrano, creando nuovi ambienti virtuali in continua evoluzione cromatica e formale in cui il pubblico è totalmente immerso. Ha esposto i suoi lavori in vari festival e centri d’arte locali ed internazionali, tra cui Stazione di Topolò (IT), Experimental Intermedia (US), Electro Media Works (GR), Školská 28 (CZ), Lydgalleriet (NO), Neue Musik in St.Ruprecht (AT).

dreamspaces.it

Nel 2011 Della Marina e Zucchi hanno aperto Spazioersetti, galleria e laboratorio per la sperimentazione con il suono e la luce che da 5 anni ospita in forma permanente una loro installazione.

spazioersetti.it

Della Marina - Zucchi, A Place to Play, live sound installation at Spazioersetti, 2015 - photo Lara Carrer
Della Marina – Zucchi, A Place to Play, live sound installation at Spazioersetti, 2015 – photo Lara Carrer

Antonio Della Marina
Alessandra Zucchi

The Dream
Sound and light installation (2011 – 2016)

Galleria Spazioersetti
V.le Volontari della Libertà 43
open from Wednesday to Sunday
from 7 to 9.30 pm

A moment of absolute psychophysical drift.
Della Marina’s music is based on realtime electronically generated signals. With an extremely reduced set of initial parameters, he realizes intense sets, quietly spectacular landscapes of sweet hummings, changing in frequency, sequence, pitch and colour, forming little melodies as well as emotive harmonic clusters.
Color and light are the key concepts used to organize the visual contribute, which explores the use of artworks that represent the relationship between form, surface, and meaning and brings them to an unusual perceptive dimension.
Close views of architectural elements are mixed together with details from famous artworks, rehandled, manipulated and offered to the audience in the shape of light furnishing. A different dimension that combines contemplative fruition of ambiences with seventies style visionariness.

Antonio Della Marina is an Italian electronic composer and sound artist, who for several years has focused on working with sinusoids.
Clearly influenced by the minimalist avant-garde of the American east coast in the sixties and seventies, his work exploits the physical properties of sounds and the use of microtonal tuning systems.
Della Marina uses mathematical abstractions and custom built sound generators to shape his compositions which are offered in the form of sonorous sound sculptures. Since 1998 he has been active in sound art through concerts, lectures and sound installations.

antoniodellamarina.com
fades.net

Architect and media artist, Alessandra Zucchi graduated from Venice University of Architecture. Her works mainly focus on the relation between architectonic space and sensorial perception, experimenting with unusual materials and interweaving light, sound and spatial forms in unexpected combinations, suggesting us to rethink our sense of space. She lives in Udine. She has been guest of many artistical festivals with projects, performances and videos.